Volli, sempre volli, fortissimamente volli. Storia di Patrick e del suo Lab FissaBici

Share Button

Nel 2012, le vendite di biciclette hanno superato quelle delle auto. Su La Repubblica del 24 ottobre c.a., vi è esposto il pacchetto bici-friendly che il Sindaco Ignazio Marino intende adottare, a breve, comprendendo il parcheggio delle bici nei cortili condominiali e… 2 più 2 fa 4: a Patrick Pugliese gli è balenata un’ideuzza niente male.


Novembre 2013. I nostri giovani, non sono una massa di Bamboccioni: chi lo afferma, è della generazione “posto fisso”, spesso ottenuto sottoponendosi a una dura selezione. Diciamolo francamente, però: quanti ne conosciamo che lavorano al calduccio, protetti da malattia, ferie, tredicesima, cure termali, liquidazione e che hanno ottenuto il posto in eredità da un genitore o, addirittura, in maniera clientelare?

il giovane Patrick Pugliese all'ingresso della sua ciclo officina FissaBici Questa convinzione personale, mi fa trattare con un certo rispetto l’iniziativa di un giovane uomo che conosco personalmente, Patrick, che, è riuscito a tramutare la sua passione per le biciclette in un lavoro.
A 34 anni suonati, eh?…
Ma c’è riuscito (leggi l’intervista).

Il 2 novembre io ero là, a vederlo brindare orgoglioso mentre alzava la serranda di “Fissabici”, in Via Caracciolo 20, a Roma.
In questo minuscolo ma attrezzatissimo laboratorio di riparazione biciclette sia nuove che d’epoca, alle spalle di Via Candia, Patrick ora sorride e scherza affettuosamente. Gli faccio un paio di foto: ha una faccia da schiaffi assolutamente da ritrarre.
Ripara bici fin da ragazzino, Patrick, è ha una passione sfrenata per quelle degli anni ’70-’90. Tra le sue mani, le biciclette ritrovano splendore.
E la domenica pomeriggio, invece di riposare, noleggia, ai ciclisti fai da te, sia la postazione che le attrezzature di base del proprio laboratorio.

Lo saprà, Patrick, che la sua pensione sarà una miseria? E che, con la febbre a 40°, dovrà star ugualmente chino a riparare bici, che nessuno lo sosterrà nei giorni di malattia?

No, dai… brindiamo!

Cantavano i Queen: “I want to ride my bicycle, I want to ride it where I like…”

Recapiti Laboratorio di Restauro, Riparazione e Personalizzazione FISSABICI di Patrick Pugliese “Voglio andare sulla mia bicicletta, voglio andare dove mi pare”.
Bene! Ma prima, passate da Patrick per fargli dare una controllata, alla bici. Anzi, meglio ancora… leggete l’intervista che gli ho fatto: scoprirete anche gli orari d’apertura. Alla prossima!

Giovanna Antoniozzi


Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo! Se hai domande o ti è stato utile, commenta qui sotto!

Inoltre, inserendo “Fonte: www.iltuogadgetvincente.itcon link attivo, puoi anche pubblicare un estratto da questo articolo o ripubblicare il modulo sul tuo blog o sito internet.

Share Button

A proposito di G. Antoniozzi

Per lungo tempo Grafica editoriale e Copywriter, amo talmente l'informazione da crearmi enormi "rassegne stampa" tagliando gli articoli dai quotidiani. Non essendo giornalista, il blog è stato il naturale sbocco alle mie curiosità. L'esigenza di comunicare le mie conoscenze pratiche affinché diventino anche vostre, ha fatto il resto.

Un commento riguardo “Volli, sempre volli, fortissimamente volli. Storia di Patrick e del suo Lab FissaBici

  1. Salve, desidero lasciare un commento primo perchè conosco Patrick da moltissimi anni anzi l’ho visto crescere e conosco l’intera famiglia molto bene anche se io ho 53 anni e lui è molto più giovane ma ci siamo frequentati a lungo e sin da bambino ha sempre avuto una foorte e intensa passione per la bici e ne ha avute talmente tante che non mi stupisce che faccia questo lavoro perchè è quello che gli riesce meglio e smonterebbe una bicicletta in mille pezzi per ricomporla in breve tempo senza fare il minimo errore rimetterla in sesto come prima e o meglio renderla ancora più efficente nelle prestazioni. E’un ragazzo che ha talento e ha mille passioni come la musica e le belle donne ma è anche un vero amico, un ragazzo schietto e pieno di iniziative, ma è anche un amico sincero, leale, come ce ne sono pochi al giorno d’oggi e anche se non ci frequentiamo perche abitiamo lontani, il nostro legame è e rimarrà sempre solido e amichevole e solo adesso visitando la sua pagina per rinnovargli un saluto ho appreso che ha apeto questa attività e mi dò gioia perche sono più che certo che gli consentirà riscuotere un enorme successo oltre ai benefici che non solo potrà goderne lui stesso ma anche per tutti coloro che si metteranno nelle sue mani che sono d’oro per quello che riesce a fare con le bici che sono il suo hobby preferito e che ha dedicato anni con immensa e determinata passione. Concludo sottolineando che il successo e l’ingegnosità che possiede lo contraddistinguono da molti altri colleghi che purtroppo hanno abbandonano questa professione e pubblicamente mi permetto di aggiungere che chiunque si rivolgera a lui o per un noleggio o per una revisione puo costatare che il successo e la professionalità che esprime nel suo campo è ben meritata. Ciao fratellino, ti auguro un enorme successo, saluti dal tuo amico Enzo